Chicco Maggioni nasce a Milano,dove vive e lavora come Chirurgo Ortopedico.Infanzia e prime scuole in Liguria.Non si sa se per questo ma scoppia subito,prepotente,una grande passione per il mare e tutte le sue creature.Che gioia e che desiderio di conoscere suscitavano le pagine di”Mondo Sommerso” che tutti i mesi,puntuale, già nel ’64 arrivava ad alimentare le fantasie di bambino! E quale inesauribile riserva di nuove conoscenze erano le ore e i giorni passati in mare,sopra e (anche se in modo primitivo) sott’acqua!!

Naturale sviluppo della passione subacquea fu iscriversi ad un primo Corso,nel ’71,presso la FIPS di Torino (nel frattempo era andato lì ad abitare…).Seguirono altri Corsi,poi i Brevetti di Istruttore di 1° e 2°,a Nervi, nel’75 e ’77con il mito Duilio Marcante,le 3 stelle di Istruttore CMAS, l’Istruttore sub nei villaggi vacanze…A Milano, nell’81, è Direttore di Corso per la Fips,e 2 anni dopo fonda,insieme ad ad alcuni bravissimi ed entusiati amici subacquei il Gruppo Universitario Subacqueo Milano,riferimento per quasi trent’anni nella didattica (e non solo) subacquea milanese. Co-autore del testo per la Scuola Federale Istruttori, istruttore nellaScuola stessa,Maestro di Immersione,Commissario Federale…..Le immersioni,i viaggi per conoscere nuovi mari, gli amici del GUS, rimangono però il filone principale e dal primo viaggio “tropicale”alle Maldive nell’84 (con qualche tentativo di foto con la Nikonos 3) ne sono seguiti a dozzine,all’inizio quasi sempre in villaggio,poi sempre più in barca, verso mete sempre più ricercate, con foto, riprese video (Enrico,grazie!),  filmati montati con la pazienza di tutti, serate dedicate…            Dagli anni ’90, la curiosità per la subacquea lo porta a conseguire il brevetto di Istruttore PADI,  CEDIP, SSI,SDI, TDI(nitrox), ma senza mai abbracciare la subacquea cosiddetta “tecnica”, probabilmente affascinante in chiave futura,ma non al momento.       Nel 2005,durante un viaggio alle Maldive, “scopre” la facilità di uso della macchina compatta digitale scafandrata e da lì un nuovo filone di interesse, anche per la possibilità di impiegare la macchina  per le riprese video. Da allora, un altro grande motivo per “fuggire”al mare in ogni occasione,anche solo per una giornata, in qualsiasi condizione climatica, come tutti i veri “irriducibili”!!.. basta che ci si possa tuffare e fotografare!! Dopo tante mete subacquee lontane,non abbandonate ma ridotte a 1-2 l’anno, in questi ultimi anni ha riscoperto il Mediterraneo, primo indimenticato amore, e in particolare il Mare di Liguria, con un desiderio. Il desiderio,forse ambizioso, è quello di far conoscere ai tanti che nemmeno l’immaginano la bellezza delle creature, i colori e i meravigliosi spettacoli che possiamo trovare così vicino a casa! In questi anni recenti molte sono le persone che gli hanno permesso di attingere alle loro conoscenze fotografiche, perchè se da un lato è grande la voglia di migliorare, il percorso è ancora tanto lungo…Un grazie a tutti ed in particolare a Emanuela!!   Dall'aprile 2012 è socio della BSoUP (British Society of Underwater Photographers).    Attualmente usa una Sony NEX-7 con obiettivi 10/18, 18/55 o 16mm, con scafandro Nauticam e 2 Sea&Sea YS-D1